Modulistica antimafia SCIA / PDC

Adempimenti in materia antimafia per i titoli edilizi, atti di accordo e convenzioni urbanistiche

Trattasi di adempimenti citati al p.to “m” del modello “Modulo 1” Titolo edilizio o istanza di conferenza di servizi preventiva”.

Con Determinazione dell’Area Urbanistica Edilizia Privata ed Attività Produttive n° 43 del 4/12/2017 si è preso atto e dato attuazione al “Protocollo di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dell’edilizia privata e dell’urbanistica”, sottoscritto dalla Prefettura, dal Comune di Reggio Emilia, dai Sindaci dei Comuni della Provincia di Reggio Emilia e dalla Provincia in data 22/6/2016.

Per effetto della suddetta Determinazione l’avvio dell’attuazione del Protocollo di legalità avverrà a decorrere dal 1 gennaio 2018 relativamente ai permessi di costruire e SCIA presentati successivamente a tale data e risulta approvata la relativa modulistica, riportata in calce alla presente pagina, da compilarsi contestualmente alla richiesta/presentazione dei suddetti titoli abilitativi (PdC e SCIA).

Adempimenti in materia di antimafia PDC
Sono state approvate modalità procedurali e disposizioni organizzative d’attuazione, con particolare riferimento ai Permessi di Costruire, senza distinzione di importo lavori, così come precisato:

Permesso di Costruire presentato dal 01/01/2018 :

    • modulo “ Antimafia PDC Richiedente titolo”
    • modulo “ Antimafia PDC Impresa esecutrice”

Procedimento Verifica Antimafia per Permesso Di Costruire presentato dal 01/01/2018:

    • acquisizione della comunicazione antimafia (di cui all’art 87 del D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.) per tutte le istanze di PDC, le cui opere abbiano valore inferiore ad € 70.000, 00 nonché per le opere superiori a 150.000,00, relativamente alle imprese esecutrici dei lavori e i richiedenti titolo edilizio, se imprese individuali/società, che non siano iscritti alla White List contro le infiltrazioni mafiose – DPCM 18 aprile 2013;
    • acquisizione dell’informazione antimafia (di cui agli artt. 90 e 91 del D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.) per tutte le istanze di PDC, le cui opere abbiano valore pari o superiore a € 70.000,00 relativamente alle imprese esecutrici dei lavori e i richiedenti titolo edilizio, se imprese individuali/società, che non siano iscritti alla White List contro le infiltrazioni mafiose – DPCM 18 aprile 2013;

Adempimenti in materia di antimafia SCIA
Sono state approvate modalità procedurali e disposizioni organizzative d’attuazione, con particolare riferimento al 20% delle Segnalazioni Certificate Inizio Attività con importo lavori superiore a € 70.000,00 così come precisato:

Segnalazione Certificata di Inizio Attività:

    • modulo “ Antimafia SCIA Richiedente titolo”
    • modulo “ Antimafia SCIA Impresa esecutrice”

Procedimento verifica antimafia per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività:

    • Acquisizione dell’informazione antimafia (di cui agli artt. 90 e 91 del D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.) per un campione pari al 20% delle SCIA presentate con importo lavori pari o superiore a € 70.000,00 euro nonché comunicazione antimafia (di cui all’art 87 del D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.) per le opere superiori a 150.000,00, relativamente alle imprese esecutrici dei lavori e i richiedenti titolo edilizio, se imprese individuali/società che non siano iscritti alla White List contro le infiltrazioni mafiose – DPCM 18 aprile 2013;

Adempimenti in materia di antimafia Atti di Accordo e Convenzioni Urbanistiche
Sono state approvate modalità procedurali e disposizioni organizzative d’attuazione, ed in particolare con riferimento ad atti di accordo e convenzioni urbanistiche, senza distinzione di importo lavori, così come precisato:

Procedimento verifica antimafia per atti di accordo e convenzioni urbanistiche

  • richiesta di informazione antimafia (di cui agli artt. 90 e 91 del D. Lgs. n. 159/2011) per tutti i soggetti, se imprese individuali o società, che debbano sottoscrivere atti di accordo di cui all’art 11 della L 241/1990 e di cui all’art 18 della L.R 20/2000, ovvero convenzioni per l’attuazione dei Piani Urbanistici Attuativi di iniziativa privata o pubblica e dei planivolumetrici convenzionati che comportino la realizzazione di opere di urbanizzazione che, una volta realizzate e collaudate, verranno poi acquisite al patrimonio comunale;

Note

I moduli sono in formato PDF

Per aprire il file in formato PDF è sufficiente avere installato un programma della categoria “reader PDF”. Se il modulo ha i campi compilabili lo si può compilare con il “reader PDF” e quindi stampare. Se il modulo compilato va inviato in forma digitale, dopo averlo compilato per renderlo non più modificabile, va utilizzata la funzione di stampa con l’opzione “stampa come pdf” (pdf creator)

Marca da bollo
Non tutti i moduli richiedono la marca da bollo.
Nel caso in cui il bollo sia dovuto, l’importo è di € 16,00.
La necessità del bollo è specificata all’interno dei singoli moduli. Il bollo deve avere la data pari al giorno della sottoscrizione del modulo o precedente.

Normativa

  • Legge Regionale 26 Novembre 2010 n° 11.
  • Art.12, comma 3 della Legge Regionale 11/2010 (disposizioni per la promozione della legalità e della semplificazione nel settore edile delle costruzioni a committenza pubblica e privata).
  • Protocollo di intesa tra la Regione Emilia Romagna e le Prefetture dell’Emilia-Romagna, approvato con deliberazione della Giunta Regionale n. 1529 del 24/10/2011 e firmato il 5/03/2012.
  • Art. 10 della L.31/05/1965 n.575 oggi art.67 D.LGS. 6/09/2011 n.159
  • Protocollo di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dell’edilizia privata e dell’urbanistica”, sottoscritto dalla Prefettura e dal Comune di Reggio Emilia in data 19/11/2015 (P.G. n. 55969 del 23/11/2015);
  • Delibera di Giunta Comunale numero 122 del 28/11/2017 
  • Provvedimento dirigenziale numero 43 del 4/12/2017