Rincontriamoci “Senzapareti” 2020, campi gioco nelle scuole per un’esperienza estiva di benessere

Dall’8 giugno, sino al 31 luglio, il territorio albinetano sarà disseminato di esperienze pilota che, in rigorosa ottemperanza delle norme di sicurezza riportate nel protocollo della Regione Emilia-Romagna per la riapertura in sicurezza dei Centri Estivi, convertiranno, in esperienza pedagogica, i vincoli sanitari.

Distanziamento, igienizzazione e strategie organizzative eccezionali, sono state tradotte e coniugate, per strutturare un’offerta pensata su ogni segmento di età, per la rimessa in circolo di linguaggi affettivi, di relazione e di scoperta.

Il bambino e la bambina sono stati al centro della riflessione psico-pedagogica per riscoprire strade nuove di sperimentazione all’apprendimento, alla rielaborazione di emozioni e ad ambiti di esplorazione. In contesto di co-responsabilità e di conciliazione cura e lavoro, con le famiglie, tutta la comunità educante ha fatto sintesi su un’attenta concertazione, che ci introdurrà, con gradualità, a perfezionare idee, per immaginare la riapertura delle strutture educativo-scolastiche di settembre. Tutti compatti, indistintamente, disponibili, con un approccio multisistemico, con il coinvolgimento dell’ambito sanitario, politico, tecnico. A più livelli si è condotta un’attività mirata ad una seria proposta, che rispettasse i vincoli per la tutela di tutto il personale e dei numerosi bimbi-bimbe, ragazzi e ragazze afferenti le strutture.

Per l’infanzia il Polo Comunale “zerosei” aprirà le pareti al parco esterno e nell’ottica della “outdoor education” coinvolgerà in gruppi da cinque bimbi, nella fascia 3-6 anni, valorizzando le esperienze educative basate sullo stare fuori, assumendo l’ambiente esterno come spazio di formazione, dove esperienze e conoscenze sono strettamente correlate. Moduli quindicinali per rotazioni e maggiore coinvolgimento della popolazione under sei anni.

Per quanto riguarda la fascia 0-3 anni, in attesa delle indispensabili direttive ministeriali e regionali, l’Amministrazione comunale sta valutando eventuali strategie per l’attivazione di un piano sperimentale utile per sostenere le famiglie. Accento Società Cooperativa Sociale, disseminata nei parchi delle strutture educative, tra Borzano, Bellarosa e Fola accoglierà i campi gioco comunali 6 – 13 anni.

Partiranno, nel mese di luglio, anche esperienze per bambini e adolescenti per il Centro Educativo Pomeridiano, con attenzioni non solo all’aspetto ricreativo, ma anche dell’apprendimento. Un approccio congiunto al compito reale, per riattivare competenze trasversali, in attività motivanti tra i percorsi verdi di Albinea.