Cambio residenza o di indirizzo

Informazioni

  • Tempi: occorre presentare la dichiarazione di cambio di residenza o di indirizzo entro venti giorni dalla data di trasferimento, da qualsiasi componente del nucleo familiare, purchè maggiorenne, tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare devono comunque sottoscrivere il modulo di richiesta.
  • Stato di famiglia: se il nucleo familiare si è trasferito in un’abitazione dove sono già residenti altre persone e sussistono rapporti di parentele, affinità, matrimonio, convivenza, adozione, etc. con almeno una di loro, la persona o le persone entrano automaticamente nello stesso stato di famiglia.

Dichiarazione

  • occorre compilare il modulo ministeriale (vedi modulistica sotto). Il modulo va compilato correttamente, chiaramente e completamente in tutti i campi obbligatori contrassegnati con asterisco (*).
    Indicare l’indirizzo esatto e completo del numero civico, del numero interno dell’abitazione e dell’eventuale scala.
    In caso contrario la dichiarazione non darà luogo al cambio di residenza.
  • Indicare la titolarità dell’alloggio : dati catastali dell’alloggio di proprietà o in usufrutto – dati di registrazione all’agenzia delle entrate del contratto di affitto o di comodato o in caso si sia ospiti la dichiarazione di conoscenza del proprietario di casa ( chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza). La mancata compilazione del modello nelle parti obbligatorie o che riguardano la titolarità dell’alloggio non dà luogo alla registrazione della residenza

Documentazione (in copia) da allegare alla dichiarazione in caso di mancata richiesta diretta allo Sportello Anagrafico

  • documento di riconoscimento in corso di validità
  • passaporto per i cittadini extracomunitari
  • per i cittadini comunitari, oltre al documento di riconoscimento, è necessario presentare eventuale documentazione prevista dalla normativa a seconda del titolo in base al quale effettuano la richiesta (ricongiungimento familiare, lavoro subordinato/autonomo, motivi di studio)
  • per i cittadini non appartenenti all’Unione Europea la documentazione indicata nell’Allegato A
  • per i cittadini appartenenti all’Unione Europea la documentazione indicata nell’Allegato B

Nota: i cittadini di Svizzera, Norvegia, Islanda, Repubblica di San Marino e Liechtenstein sono equiparati ai cittadini UE.
I cittadini extracomunitari familiari di cittadini comunitari devono seguire procedure diverse.

Consegna della dichiarazione
La dichiarazione può essere presentata:

  • per raccomandata A/R da spedire al seguente indirizzo : Comune di ALBINEA – Ufficio Anagrafe, p.zza E. Cavicchioni n. 8 – 42020 Albinea (RE) – copia della richiesta firmata e copia del documento d’identità del dichiarante;
  • per fax al n +39 0522 590236 – copia della richiesta firmata e copia del documento d’identità del dichiarante;
  • per posta elettronica ai seguenti indirizzi:
  • e-mail: anagrafe@comune.albinea.re.it (copia della richiesta firmata e copia del documento d’identità del dichiarante oppure copia della richiesta firmata con firma digitale)
  • pec: albinea@cert.provincia.re.it (copia della richiesta firmata inviata dalla casella pec del dichiarante )
  • di persona: Comune di ALBINEA – Ufficio Anagrafe, p.zza E. Cavicchioni n. 8 – 42020 Albinea (RE) tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 13.00 il martedì dalle 7.45 alle 16.15 (nei mesi di luglio e agosto la chiusura è sempre alle ore 13.00).

Tempi di procedimento

  • Registrazione: la registrazione avviene nei 2 giorni lavorativi successivi alla ricezione. Il richiedente potrà ottenere il certificato di residenza e lo stato di famiglia, limitatamente alle informazioni documentate e dalla data della dichiarazione il cittadino può usufruire delle autocertificazioni previste dal D.P.R., 445/2000.
  • Nuova residenza: entro i successivi 45 giorni, dopo l’accertamento dei requisiti, senza che l’Anagrafe abbia provveduto ad inoltrare comunicazione di preavviso di rigetto (silenzio – assenso, art. 20 leg41/1990), la nuova residenza si considererà confermata.
  • Rigetto: qualora la dichiarazione risulti non corrispondente alla situazione di fatto, l’anagrafe provvederà, previo preavviso di rigetto, ad annullare la nuova posizione anagrafica ripristinando con effetto retroattivo quella precedente. L’Ufficio provvederà a darne comunicazione, oltre che al dichiarante, al Comune di precedente iscrizione e, qualora sussistano i presupposti di cui agli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 (dichiarazioni mendaci), all’autorità di pubblica sicurezza.

Riferimenti Normativi

Dal 9 maggio 2012 sono entrate in vigore le nuove modalità per le dichiarazioni anagrafiche previste dal Decreto Legge 9 febbraio 2012 n° 5, art. 5, convertito in legge 4 aprile 2012 n° 35.
Il modello ministeriale per la dichiarazione di residenza è stato integrato con circ. 14/14 dalla dichiarazione riguardante la titolarità dell’alloggio in applicazione del decreto legge 28/03/2014 n. 47 che prevede all’art. 5 che ” chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza …..” la conseguenza è la nullità dell’atto.

Decreto legge 9 febbraio 2012 , n. 5 , convertito in legge il 4 aprile 2012, n. 35 (art. 5)
D.P.R. 445/2000
Legge 241/1990 art.20, art. 75 e 76

Modulistica